Incontri preziosi! Quando il blog fa nascere amicizie

Quasi due anni fa, bazzicando come mio solito su vari gruppi facebook dedicati ai viaggi,  incontro un post molto interessante, di quelli che ti fanno fermare un attimo, concentrarti e leggere bene ciò che è scritto. Una ragazza pubblica alcune foto scattate vicino casa sua, di lei, marito e figli che perlustrano i dintorni di casa pagaiando con una canoa. Le foto, spiegava, erano state scattate nel parco vicino casa, ad Amburgo. Si presentava come un’istancabile viaggiatrice, sempre con il desiderio di scoprire nuovi posti e raccontava di aver fatto il giro del mondo durante il suo anno “sabbatico”, nel quale oltre ad aver visto le meraviglie di ogni continente, aveva anche trovato il suo grande amore (ora marito), conosciuto, come nelle più belle storie d’amore, nella famosa Baia di Halong in Vietnam. Ciliegina sulla torta, anche lei mamma di due bimbi, il più piccolo di qualche giorno più grande del mio.

Ed è così che ho conosciuto Giordana.

Insomma per farla breve, tante cose in comune. Col tempo, oltre a parlare di viaggi, da brave “logorroiche” quali siamo, abbiamo iniziato a scriverci su whattsapp e i nostri discorsi inevitabilmente hanno spaziato vari temi, passando per messaggi, mail, vocali whattsapp con risate e qualche volta qualche lacrima.. emozioni condivise su vari fronti. Ci siamo spronate assieme, consigliate sul mondo del blog, confrontate sullo spannolinamento dei nostri piccoli, sostenute a vicenda in qualche piccola disavventura.. il tutto sempre a distanza.

Qualche mese fa mi dice però che verrà a Torino per una festa importante nella zona del Canavese. Che cosa??? Va beh che ora rischio anche di incontrarmi calciatori importanti passeggiando per Torino… ma.. il mondo è davvero piccolo allora! io abito nel proprio nel Canavese e quindi bisognava organizzare per poterci vedere. ASSOLUTAMENTE. Ho preparato un posticino per loro nella nostra mansarda, per lei, marito e il piccolo Gabriel e sono stati da noi una notte e un giorno intero. Mio marito è andato a prenderli alla fermata del pullman e io ho messo a nanna i pupi e ho aspettato il loro arrivo. Ci siamo abbracciate fuori casa, è stato molto bello! L’ho accolta in casa come una vecchia amica che non vedevo da tempo, lei ha addormentato Gabriel e ci siamo fatte una bella chiacchierata sul divano, con luci soffuse e tv in sottofondo. Abbiamo deciso il da farsi per il giorno successivo e poi tutti a nanna.

Con Giordana nel giardino di casa

La mattina, i miei bimbi emozionati l’hanno conosciuta e hanno scartato i suoi regalini, Gio ha ricevuto una maglietta da vero globetrotter con il mondo stampato e Giulia adesivi con le letterine da attaccare e diari di viaggio per tutti. A pancia piena siamo poi partiti per andare in centro a Torino.

 

La nostra giornata a Torino

Dove potevo portare un’architetto che ha girato mezzo (o forse anche di più) mondo con a disposizione solo una giornata intera e inoltre con 3 bimbi al seguito? Abbiamo deciso di passeggiare semplicemente per il centro e poi nel pomeriggio l’avrei portata a veder la Mole Antonelliana.

Con Giordana e la sua amica Sabrina. cosa ci unisce? amiamo viaggiare!

Lasciata l’auto in P.zza Solferino, abbiamo percorso tutta via Cernaia, imboccando così i portici. I famosi “Portici di Torino”, principalmente per scappare al sole che picchiava forte e inoltre per ammirare una delle caratteristiche della mia città, un vero gioiello urbanistico e architettonico, unico in Europa.

Torino possiede un record! 18 km di portici, di cui 12,5 km continuativi e collegati fra loro! Si narra che proprio il Re Vittorio Emanuele I di Savoia amava passeggiarci e li abbia voluti fortemente per far in modo che i reali non si bagnassero durante le loro passeggiate. In effetti, anche ai giorni d’oggi, i “Portici” sono un perfetto luogo di ritrovo durante l’inverno e le giornate piovose da noi torinesi.

Arrivati a passo spedito in Piazza Castello, dopo aver fatto giocare i nostri pupetti nelle fontane che li hanno letteralmente rinfrescati, ci siamo addentrati nei giardini del Palazzo Reale. I nostri bimbi ne hanno approfittato per correre e giocare all’ombra e noi abbiamo chiacchierato un pò.

Piazza Castello e le sue fontanelle
Si gioca con le foglie
Giardini Palazzo Reale

 

Dopo una piccola sosta ci siamo diretti verso la nostra pausa pranzo, ho scelto di portarli in un posto tipicamente italiano e dove ero sicura si mangiassero prodotti super. Siamo stati quindi da Eataly in Via Lagrange, dove abbiamo apprezzato un buon piatto di pasta, purtroppo non fanno pizza, come al Lingotto e il livello del servizio, nonostante non fosse strapieno ha lasciato un pò desiderare. Per noi è stato comunque tempo ristoratore, i bimbi han mangiato, ci siamo riposati, abbiamo bevuto un buon vino e poi siamo ripartiti alla volta della Mole Antonelliana.

Tutti al completo

Sicuramente avremmo dovuto dedicarci più tempo e vedere anche il Museo del Cinema presente all’interno, ma eravamo un pò stanchi, e faceva un caldo da impazzire quindi abbiamo fatto i biglietti e siamo saliti su. Sapevo che avrei conquistato l’occhio dell’architetto Giordana con l’ascensore panoramico in vetro che fa ammirare i piani dedicati al Museo del Cinema, diciamo, che per apprezzarlo al meglio però, non bisogna soffrire di vertigini! Possono salire anche i bimbi, ma ricordate che i passeggini non possono salire soprattutto per mancanza di spazio.

foto ricordo con la Mole

Purtroppo la giornata è volata in fretta, rientrati in Piazza Solferino ci siamo salutati con un abbraccio e un “a presto” che significa molto. Innanzitutto li aspetto con la famiglia al completo (visto che non ho conosciuto Danny Boy!), per stare qui più giorni, anche perchè Torino è bella e ci va qualche giorno da dedicarle!! Noi faremo del nostro meglio ovviamente per organizzarci al più presto per andare ad Amburgo!

Giordana mi ha fatto una promessa… salirò su quella famosa canoa!!

 

 

3 Risposte a “Incontri preziosi! Quando il blog fa nascere amicizie”

  1. Che post stupendo! Scritto con amore e allegria. È stato bello conoscervi di persona, però veramente sembrava di conoscersi da una vita! Certo che ti porto in canoa! Le promesse si mantengono!

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      Grazie! 💖💖

  2. Dolcissimo questo post. È bello conoscere nuove persone con le quali condividere passioni e interessi!

Lascia un commento