Amsterdam vista dagli occhi di una famiglia expat

Quando è arrivata una proposta di lavoro a mio marito con sede Amsterdam ci abbiamo messo davvero poco a decidere.

Non perche’ siamo matti, o forse un po’ si, ma l’offerta di lavoro era irrinunciabile ed Amsterdam era una citta’ gia’ visitata ma sicuramente da approfondire.

Un trasferimento con 3 bambini non è semplice ma ci siamo detti che era un’occasione da prendere al volo proprio per loro!

Ed eccoci qui! Questi primi 6 mesi hanno confermato la nostra scelta.

Amsterdam è una città family friendly nel senso ampio della parola. Non parlo di un fasciatoio nel bagno di un ristorante ma dall’attitudine e dalle azioni messe in atto dalla società e dalle istituzioni per semplificare anzi migliorare la vita di noi genitori.

Moltitudine di Parchi e playground invidiabili, una sicura rete di piste ciclabili e tantissimi sport praticati all’aria aperta.

Adesso bando alle ciance e veniamo al punto dolente: rullo di tamburi….il meteo.

La parola “variabile” e’ un eufemismo. In 24 ore potete attraversare le 4 stagioni, vestirsi a cipolla e’ l’unico modo per sopravvivere ma e’ inutile dire che i veri “Dutch” continuano ad andare in bicicletta anche nelle tempeste d’acqua, con fulmini e saette e sopra i rarissimi 30 gradi.

Ce la faremo anche noi gente del Sud?

Piedini in Viaggio - Expat
Papa’ Patrik , Mamma Tatiana, Greta, Domenico e Lorenzo

Il nostro e’ un trasferimento momentaneo e forse, anche per questo, ci stiamo vivendo questa avventura formato famiglia girovagando ed esplorando questo meraviglioso paese a 360 gradi.

Io e mia figlia Greta abbiamo stilato la nostra top 5 !

Scoprite cosa ci ha fatto brillare di piu’ gli occhi!

 

  • Tour in bici in uno dei parchi

Il piu’ famoso, il piu’ centrale e’ Vondelpark. Esploratelo in bici e fermatevi per un pic nic o per una merenda al “Groot Melkhius” ,altrimenti se avete voglia e tempo di allontanarvi dal centro, a sud, vicino Amstelveen, c’e’ il Bos . Qui troverete di tutto, da un campeggio ad un centro per noleggio di barche,da una fattoria ad un teatro. I playground preferiti dai miei cuccioli sono ad Amstelpark ed Oosterpark ma in giro c’e’ solo l’imbarazzo della scelta.

Greta, Domenico e Lorenzo ad Amstelpark – Amsterdam

 

  • Visita di Keukenhof

Benvenuti nel paese che risvegliera’ il vostro pollice verde. Vi verra’ voglia di acquistare composizioni di fiori, piantare bulbi e coltivare piante, vi troverete assorti a guardare le ninfee sui canali o le distesi di tulipani in fiore.

Proprio nel paese dei tulipani non potete perdere la visita di un parco unico al mondo.

L’ apertura annuale e’ collegata alla fioritura di questi fiori. Questo anno sara’ aperto dal 21 marzo al 10 maggio 2020 , dalle 8:00 alle 19:30. Per raggiungere il keukenhof vi consiglio il biglietto combinato autobus + entrata parco. Molto comoda la fermata Europaplein (RAI) o anche dall’aeroporto . Per gli adulti costa circa 30 euro questo tipo di biglietto.

I nostri bambini sono rimasti affascinati anche dal mulino a vento all’interno del parco, dall’ intagliatore di zoccoli olandesi e da un playground meraviglioso.

Ovviamente dal sito www.keukenhof.nl potete acquistare i biglietti in anticipo per organizzare al meglio la vostra visita e scaricare anche una simpatica guida/caccia al tesoro (in Inglese)per i piu’ piccoli.

Questo anno nel periodo di apertura di Keukenhof c’e’ anche un altro evento da ricordare, la Festa del Re, il 27 Aprile. Se state organizzando un viaggio ad Amsterdam potrebbe essere interessante incastrare i 2 eventi in programma nel vostro tour.

Greta e Domenico in posa tra i fiori

 

  • Visita Museo NEMO

Il Museo delle scienze di Amsterdam ha 5 piani di attivita’ , interazione e manipolazione. Vietato dire “non toccare” quindi perfetto per i bambini! La terrazza e’ il colpo finale di questa visita, tra i giochi d’acqua e la vista sul famoso galeone del Museo Marittimo. In realta’ la terrazza del museo e’ accessibile gratuitamente; in ogni caso prevedete un cambio vestiti per i bambini…i miei sembravano usciti dalla piscina!

Piedini in Viaggio - Expat
Greta sulla terrazza del NEMO – Amsterdam

 

  • Giro in barca tra i canali della città

I canali di Amsterdam, patrimonio dell’Unesco, sono assolutamente da esplorare. Ci sono tantissimi boat tour che partono , anche dalla stazione centrale,  e se visitate la citta’ nel periodo natalizio allora e’ d’obbligo il tour in barca per il Festival delle Luci.

Canali di Amsterdam
Festival delle Luci 2019/2020 Tema Disrupt

 

  • Efteling

Ad un’ ora di macchina da Amsterdam c’e’ un parco divertimenti meraviglioso , immerso nel verde, dove si possono divertire i piu’ grandi con delle incredibili montagne russe mentre i piu’ piccoli possono immergersi in un mondo fiabesco. Incontrerete alberi parlanti, giganti addormentati nel prato e la casa di Hansel e Gretel. Il parco e’ aperto 365 giorni all’anno e mi e’piaciuta molto la mancanza o comunque la discrezione dell’aspetto commerciale, a differenza di altri parchi.

Vi suggerisco di iscrivervi alla newsletter del parco, fanno diverse promozioni e di solito, in prossimita’ del vostro compleanno, vi regalano anche un considerevole sconto per i biglietti.

Noi progettiamo di tornarci e magari anche di soggiornare all’interno del parco.

Efteling - Amsterdam
Tatiana e Domenico davanti la casa di Hansel e Gretel
Casa dei Sette Nani – Efteling

 

Ringrazio Stefania che mi ha dato la possibilita’ di scrivere sul suo blog e se avete domande vi aspetto sul gruppo facebook di Piedini in Viaggio o sul mio profilo instagram per tante foto sulla nostra avventura! Buon viaggio a tutti!

 

Foto e testo di Tatiana Gargiulo

Una risposta a “Amsterdam vista dagli occhi di una famiglia expat”

  1. Siete Straordinari 😘
    È un posto incantevole…..meraviglia delle meraviglie 😍
    Taty hai una famiglia bellissima vi auguro sempre di PIÙ che la vita possa offrirvi un abbraccio forte

Lascia un commento