A Cordoba tra i “patios” fioriti e arte moresca

Seconda tappa del nostro tour in  Andalusia, è stata una città che mi ha davvero stupito: Cordoba. Se per Siviglia, ci siamo trovati per un caso fortuito durante la  Feria de Abril (ed è stato davvero stupendo), per Cordoba invece abbiamo appositamente scelto le date in maniera che coincidessero con un evento davvero importante per questa città, la  Feria de los Patios.

Patios fioriti a Cordoba

La Feria de los Patios

Tradotto letteralmente in “festival dei cortili”, si tratta di una settimana in cui in città, gli abitanti aprono le porte delle loro case e lasciano ammirare gratuitamente a tutti la bellezza dei loro  cortili interni fioriti e addobbati per l’occasione.
La festa è così caratteristica che è stata dichiarata  Patrimonio immateriale dell’umanità dall’Unesco dal 2012.
Durante la settimana dedicata, i turisti e non solo, passeggiando per le vie del centro storico (dove sono concentrati i maggiori pati che partecipano a questa manifestazione) entrano qua e la nelle case di chi partecipa a questo concorso e ammira la bellezza di questi cortili, sia per la struttura tipica andalusa, sia per piante e i fiori esposti.
Entrare nei “patios cordobeses” è poesia pura.  E’ tuffarsi nel pieno della tradizione, è profumi, sorrisi e chiacchiere con i proprietari che mostrano fieri il loro lavoro.
Nonostante le code che abbiamo fatto per entrare nei patios più celebri, è stata una bellissima esperienza,
Per sapere quali sono i ” patios” che partecipano, basta seguire la guida che ogni anno viene redatta e distribuita a chi si appresta a gironzolare per la città con lo sguardo all’insù in cerca di balconi fioriti.
Tra i fiori di un Patio cordobese

Cosa vedere a Cordoba: la Mezquita

Cordoba è una città che racchiude in se tante anime, tante culture, tradizioni di chi è passato qui nel tempo. Arabi, cristiani ed ebrei; questo rende la città ricca di storia e di monumenti e testimonianze che affascinano i turisti di ogni credo che arrivano da ogni parte del mondo.
gli archi colorati della Mezquita
Prima fra tutte, per l’importanza e unicità del monumento è la  Mezquita, la grande moschea di Cordoba , uno dei monumenti simbolo di tutta l’Andalusia, che assieme al centro storico di tutta la città è stato dichiarato Patrimonio Unesco dell’Umanità. Assieme a la Giralda a Siviglia e all’Alhambra di Granada, è una delle principali espressioni dell’arte arabo-islamica in Andalusia.
La  Mezquita di Cordoba,  ora Cattedrale di Santa Maria Assunta, è un edificio molto affascinante e unico perchè al suo interno mostra le tracce dei numerosi cambiamenti avvenuti durante i secoli. Nata nel 785 d.C. con il tempo è stata ampliata e addiruttura costruendo all’interno una Cattedrale cristiana. (simbolo della vittoria del Cristianesimo sull’Islam nella religione andalusa) Nel sesto secolo infatti al suo interno si celebravano funzioni cistiane e musulmane fino a quando poi venne completamente trasformata in moschea.
All’interno della Mezquita vi perderete fra gli archi formati dalle 850 colonne di marmo e granito che si aprono a ventaglio nella sala. Archi colorati, intagli dorati e dettagli arabi vi faranno sognare con gli occhi all’insù.
Meraviglia per gli occhi all’interno de la Mezquita
una delle porte esterne della Mezquita

Cosa vedere a Cordoba:  la Juderia

La Juderia è l’antico quartiere ebraico della città, in pieno centro storico. Un dedalo di viuzze dai muri bianchi con fiori e balconi in ferro battutto dove perdersi è davvero un piacere.
Passeggiare tra queste viuzze è straordinariamente romantico, a me ha ricordato parecchio Santorini, forse per i colori accesi e l’accostamento bianco e blu.
Imperdibile quindi questo quartiere, soffermatevi a guardare i dettagli e riuscirete a intravedere, pur non entrando, i patios pieni di fiori e i ristorantini all’interno dove ascoltare musica dal vivo.
Nel quartiere trovate la Mezquita, la Sinagoga e la via più caratteristica della città: calleja de las flores.
Quest’ultima è una viuzza piccola e stretta piena di vasi appesi e davvero molto carina da fotografare!
Calleja de las Flores

Cosa fare a Cordoba con i bambini

Se state a Cordoba almeno un paio di giorni e volete far divertire i vostri bimbi vi consiglio di portarli assolutamente alla ” Ciudad de los ninos“, un grande parco giochi davvero ricco di attrazioni oltre che ludiche anche di stampo didattico.
Noi ci siamo andati in auto (2km dal centro di Cordoba) ma volendo si può arrivare benissimo con i mezzi pubblici: il prezzo è davvero irrisorio, bimbi minori di 5 anni non pagano, adulti 1,5€.
All’interno, oltre ai classici giochi (altalene, scivoli e dondoli vari) potrete trovare strumenti musicali da suonare, installazioni per capire il movimento del sole, dell’acqua e delle stagioni.
Noi ci siamo rimasti un paio d’orette in mattinata, ci siamo rilassati sulle panchine e ci siamo presi un bel gelato all’interno perchè c’è un chiosco e ci sono anche parecchie panchine se volete portarvi la merenda!
Una delle attrazioni de la “Ciudad de los ninos”

Un  consiglio su dove assaggiare specialità andaluse?

Nel pieno centro de la Juderia, accanto a una delle viuzze più fotografate di Cordoba per i suoi vasi fioriti, Calleja de las flores, trovate ” El Abanico” ristorante tipico andaluzo, ottime porzioni, prezzo onesto e camerieri molto attenti ai bambini! Abbiamo così assaggiate due specialità andaluse, Melanzane fritte con miele di canna da zucchero e “el flamenquin” ottimo!
Cordoba è stata per me una vera scoperta. Conoscevo la Mezquita, l’avevo visitata (un pò di fretta in realtà) quasi 15 anni fa, ma non avevo vissuto la città. Era stata solo una gita di quando vivevo a Granada. Perdersi tra le viuzze di Cordoba è stato davvero speciale, passeggiare tra i vicoli de la “Juderia”, mangiare nei ristorantini tipici e andare in cerca dei patios da visitare. Ho davvero respirato aria “andaluza“!
Cordoba è stata la nostra seconda tappa del nostro tour on the road in Andalusia, continuate a seguirci e scoprirete la nostra prossima e ultima tappa: Granada, la città famosa per l’Alhambra e per le sue tapas!!

4 risposte a “A Cordoba tra i “patios” fioriti e arte moresca”

  1. Bellissime le foto relative alla festa dei Patios!! Avevo sottovalutato Cordoba, mi hai fatto venire voglia di andarci!

  2. L’ Andalusia è una terra ricchissima di tradizioni! E Córdoba è stupenda. Anche io ci sono stata tanti anni fa… troppi!

  3. Cordoba è una delle città dell’Andalusia che più ho amato… vista così in fiore è ancor più bella: mi piacerebbe tornarci in questa occasione!

  4. Che belle foto con tutti questi fiori! Un’altra città che si aggiunge alla mia lista.

Lascia un commento