In Crociera sul Nilo: fai da te è possibile!

Oggi sul blog ospitiamo Laura che è appena rientrata da una Crociera sul Nilo, con sua figlia di 9 anni e suo marito. Il fai da te è possibile in questi casi? Certo che sì, volete sapere come si è organizzata?

Ecco il suo racconto, attenzione perchè a fine lettura come controindicazione avrete una voglia indescrivibile di seguire i suoi consigli e prenotare subito!

 

Organizzazione del viaggio

Per avere una visione delle proposte mi rivolgo in agenzia ma rinuncio spaventata dalla cifra richiesta: 5000 euro in 3 per una settimana.

Mi iscrivo quindi a tutti i gruppi Facebook  relativi all’Egitto. Gia vedendo solo le immagini non resistiamo e iniziamo a cercare voli diretti da Bologna. Trovo un’ottima offerta a 220 euro a persona con alitalia per la tratta Bologna-Il Cairo, purtroppo però il tempo di confermare le ferie la tariffa si alza a 320… ma ormai non ci ferma piu nessuno! Dobbiamo Partire, perciò prenotiamo il volo!

Prima di partire stipuliamo un’assicurazione sanitaria con Allianz Global Assistance (80 euro per 3 persone)

Tramite facebook contattiamo una guida locale,  trovo una persona molto disponibile e affidabile, nonché un eccezionale egittologo.

Noi abbiamo sempre viaggiato in fai da te. È la prima volta che prendiamo una guida ma ritengo che in Egitto sia indispensabile, le cose interessanti sono troppe e senza una guida si rischia di perdersi tra le meraviglie senza capire nulla. Non vale la pena di affidarsi ai grandi TO europei, meglio far guadagnare direttamente gli egiziani, il servizio è migliore con un costo piú basso.

 

La Sicurezza in Egitto

L’ Egitto è molto controllato, noi siamo stati nelle zone turistiche, dove ci sono migliaia, e dico migliaia di turisti, provenienti da tutto il mondo, ma pochissimi italiani.

Purtroppo in Italia viene fatto molto terrorismo mediatico, io ritengo sia più pericoloso andare in grandi città europee, essendoci meno controlli.

 

Il nostro itinerario

 BOLOGNA-IL CAIRO

Partenza da Bologna alle 18.55 del 23 marzo e arrivo all’ aeroporto del cairo ore 2,30 di notte.
Karam ci aspetta subito fuori dall’aeroporto.

Tante guide si fanno pagare 20 euro a persona per assistenza pratiche doganali. Karam ancora prima di partire ci fornisce indicazione della banca che si trova prima del varco dei passaporti, dove acquistare il visto al costo di 25 $. Si può pagare in euro e danno il resto in lire egiziane. Semplicissimo.

Tempo impiegato 5 minuti.

Non vi nego che abbiamo provato un brivido di paura salendo in auto di uno sconosciuto con una bimba di 9 anni. È vero che sulla sua pagina fb le recensioni di italiani erano ottime… ma si tratta sempre di uno sconosciuto al Cairo, alle 3 di notte!

Tempo di trasferimento all’albergo 4 stelle 1 ora.

 

Primo giorno

Sveglia alle 9 e, grande sorpresa guardando fuori dalla finestra: ci troviamo esattamente davanti alla Sfinge e alle Piramidi!

Non vi dico l’emozione. La stanchezza del viaggio e delle poche ore dormite svaniscono in un istante! Uno spettacolo strabiliante!

Facciamo colazione davanti a questo panorama mozzafiato e Karam ci passa a prendere per visita alle piramidi Cheope, Chefren e Micerino. Risalenti all’Antico Impero, furono erette fra il 2690 e il 2600 a.C. …praticamente 5000 anni fa!

Gia da questa prima gita possiamo apprezzare la grande esperienza di Karam come guida, è molto paziente e attento, proteggendoci dall’ “attacco” dei venditori ambulanti.

Ci racconta con passione la storia degli antichi Egizi. Viola rimane estasiata davanti ai geroglifici e le sue spiegazioni la incantano… anzi CI incantano!!!

La Necropoli di Giza si estende su un altopiano di 2.000 mq ed è famosa per le sue grandi Piramidi e la Sfinge. Rappresentano il più grande complesso megalitico del pianeta e sono l’unica delle sette meraviglie del mondo antico ancora in piedi.

I maestosi edifici funerari sono 3: la Piramide di Cheope (alta 147 metri), quella di Chefren (alta 140 metri) e di Micerino (di 65 metri).

Karam ci propone un giro di mezzoretta sul cammello che ci porta nel deserto proprio dietro le piramidi, e i cammellieri si divertono a scattarci con i nostri cellulari foto alquanto bizzarre, la guida ci aveva avvertito che li conosce e possiamo fidarci a lasciargli il nostro cell. Con abili giochi di prospettiva.

Costo 10 euro a persona. Bello!!!!! A noi è piaciuto molto! Tenetevi stretti sul cammello, in alternativa si puo andare con calesse o a cavallo.

Karam ci suggerisce la visita all’interno di 2 piramidi con ingresso gratuito. Ci sarebbe l’opportunità di visitare all’interno piramidi a pagamento, ma a meno che non si sia un esperto egittologo si vedrebbe solo un geroglifico in piu. Scegliamo l’opzione piramidi gratis e con poca gente all’interno.

Pranzo in ristorante tipico e scopriamo che il pollo e il kabab egiziani sono stradeliziosi. Il riso per Viola non manca mai!

 

Proseguiamo il tour con visita al complesso funerario di Djoser, più conosciuto con il generico nome di Piramide a gradoni è una struttura funeraria eretta nella necropoli di Saqqara, a nord-est dell’antica città di Menfi.
Rientro in albergo 4 stelle per riposarci con un the offerto dalla gentilissima signora che lo gestisce. Dal terrazzo dell’albergo godiamo gratuitamente dello spettacolo luci e suoni delle piramidi.

all’interno delle Piramidi

Trasferimento alla stazione autobus per partenza per Luxor.

È trascorso solo il primo giorno e siamo strasoddisfatti della nostra scelta. LEgitto è un paese affascinante, la gente è dignitosa e comunicativa.

La nostra guida Karam ci stupisce per la sua capacità di organizzare le escursioni ottimizzando i tempi, vedendo più cose possibili e cercando di farci risparmiare dove si può , senza rinunciare a nulla! Parla un italiano ottimo, grammaticalmente più corretto di quello parlato da tanti italiani.

Sorpresa… mentre stiamo facendo i biglietti dell’autobus vediamo apparire Karam per rassicurarsi che non abbiamo problemi e per lasciarci panini, patatine e aranciata per il viaggio! Ci sentiamo ipercoccolati! Peccato che non possa venire con noi in crociera, a Luxor ci aspetta il suo collega.

Costo Autobus notturno 20 euro a persona. Durata dalle 22 alle 6 di mattina. Bisogna rassegnarsi in Egitto hanno orari assurdi…non si dorme mai…nonostante questo l’entusiasmo è alle stelle!

 

Secondo giorno

Il bus arriva a Luxor alle 6 di mattina, stiamo ancora dormendo quando dalla porta di entrata dell’autobus si affaccia un omone scuro con un grande sorriso, non mi rendo neanche conto che sta parlando in italiano… è Omar: la guida che ci sta aspettando.

Anche lui ci porta dolcetti e succo di mango per colazione.
Saliamo su un bel pulmino da 9 posti diretti verso la Valle dei Re.

Malgrado sia prestissimo i turisti sono già tanti.

Il biglietto prevede l’ entrata in 3 tombe. Aggiungiamo ingresso alla tomba di Tutankamon 20 euro a persona.

Omar rapisce subito la nostra attenzione con le spiegazioni relative alle tombe. Anche lui esperto egittologo, ha studiato alla facoltà di lingua Italiana. Grande fan di Ramses II, potrebbe parlarne per ore … e noi potremmo ascoltarlo per giorni! Abita a Luxor, anche lui parla un italiano perfetto! Adotta subito Viola, che adora trotterellare al suo fianco mentre le racconta la storia di Tutankathon, che dopo aver cercato di far cambiare Dio al popolo, si fa chiamare Tutankamon.

Crociera in Egitto con bambini
La Valle dei Re

Questa zona appartiente al Nuovo Regno. La differenza fondamentale è che nel nuovo regno le tombe vengono costruite sottoterra per salvaguardarle dai predatori. La tomba di Tutankamon è famosa perche l’unica ritrovata ancora intatta, completa di un corredo che avremo la fortuna di vedere al Museo del Cairo.

Valle dei Re - Crociera sul Nilo
Valle dei Re

Segue Tempio della regina Hatshebsut (Hatshepsowe), che regnò sull’antico Egitto come un uomo, lasciando il figliastro nell’ombra.

Poi visitiamo l’antica Ciamet o Gemet in copto (Medinet Habu) una delle aree più care agli egizi per il culto del Dio Amon. Lungo la strada abbiamo ammirato i due colossi di Memnone per poi tornare alla nave per riposarci. Ne avevamo bisogno. Prima di cena facciamo un giretto per la città di Luxor, passando di fianco al suggestivo tempio illuminato di notte dove fanno spettacolo luci&suoni, un salto al mercato e poi a letto!!! Dopo 2 notti che dormiamo poco ci godiamo una bella dormita in barca.

La motonave ha un bell’arredamento piuttosto elegante e molto pulita. Mentre scendiamo verso Adswuan riusciamo a fare anche 2 tuffi in piscina, malgrado l’acqua sia freschina. La nostra camera è spaziosa, ha due letti singoli che uniamo per dormici in 3, in questo modo Viola ha pagato  al 50%. Pranzo e cena sono a buffet. Si mangia molto bene, c’è sempre una vasta scelta di verdure crude e cotte. Ottima carne di pollo, manzo, oca e pesce. Non manca nulla, neanche la pastasciutta ed è tutto fresco.
Pernottamento in motonave 5 stelle

 

Terzo giorno

Finalmente dormiamo fino a tardi: sveglia alle 7!
Iniziamo con il Grande tempio di Amon, chiamato anche tempio di Karnak, che non vi sto a descrivere… è semplicemente fantastico! Le ragazzine egiziane si divertono a scattare foto insieme a Viola, questo incontro di culture è commovente… alla faccia di Salvini (scusate non ho resistito).

Contaminazioni culturali!

Tra pochi mesi verrà inaugurato il Viale delle sfingi, 3 km di viale che collega il tempio di Karnak con il tempio di Luxor. È un’ottima scusa per tornare in Egitto!

Luxor - Crociera sul Nilo fai da te
Tempio di Luxor

Pranzo in motonave. Pomeriggio visita del tempio di Luxor poi prenottamente sulla nave.

Da stasera Omar viaggerà insieme a noi! Durante la serata la motonave inizia la navigazione e domattina ci sveglieremo a Edfu. La motonova scorre lenta lungo il Nilo, possiamo osservare la vita rurale dei contadini che coltivano canna da zucchero! Mucche e buoi pascolano mentre i bambini ci salutano mentre fanno il bagno schiamazzando.

Intanto i venditori ambulanti si affiancano alla nave con piccole barchette di legno a remi, lanciano la corda per attaccarsi e stando in piedi propongono la loro merce con una tecnica unica degna di plauso.  Lanciano i loro bellissimi teli colorati insacchettati sulla nave, i turisti scelgono quelli più belli e rilanciano i non acquistati con dentro i soldi. Sono contenta perchè ne vendono parecchi!

Queste ore di navigazione sono estremamente rilassanti. Solitamente non cerco relax durante le vacanze ma stavolta mi metto a ronfare sul lettino, godendomi il sole caldo, provata dagli ultimi giorni.

Sulla motonave Mirage 1

 

 

Quarto giorno

Sveglia alle 7 e visita del Tempio di Edfu. Scendiamo dalla nave saliamo sul calesse, attraversiamo il paese e arriviamo al tempio.

Pranzo in motonave, al pomeriggio tempio di kom Ombu con museo del coccodrillo, dove sono conservati coccodrilli imbasalmati lunghi 8 metri.
Poi navigazione verso Aswan.

Rapita dai racconti della guida

 

Quinto giorno

Sveglia alle 4,30, la motonave ci prepara la colazione al sacco, saliamo sul pullmino da 9, comodissimo, essendo in 3 riusciamo a farci una bella dormita e Omar ci sveglia all’arrivo ad Abu Simbel.

Abu Simbel - Crociera sul Nilo
Abu Simbel

 

Abu Simbel - Crociera sul Nilo con bambini

Visita del tempio di Abu Simbel: le parole sono superflue per descrivere il posto piu bello del mondo!
Ripartiamo verso la motonave, attraversiamo 280 km di deserto, durante la sosta in un bar proprio in mezzo al deserto proviamo l’effetto del famoso miraggio.

Chiediamo a Omar se possiamo arrivare fino al lago, che vediamo chiaramente poco lontano ma nn riusciamo a capire la distanza reale, lui ridendo ci chiede se veramente pensiamo che ci sia dell’acqua laggiù… risaliamo in pulmino e riusciamo ad arrivare in tempo per pranzo in motonave.

Al pomeriggio saliamo su una  feluca verso il villaggio nubiano. Qui le famiglie hanno l’usanza di tenere un coccodrillo in casa, non amo vedere gli animali tenuti in gabbia, ma indubbiamente non vorrei incontrare questo coccodrillo in occasione di un bagno in fiume.

Ci facciamo tatuare l’occhio di Horus con l’henne, che continua a proteggerci durante tutto il viaggio e al tramonto navighiamo sul Nilo con la feluca fino alla motonave.

Villaggio Nubiano

 

Sesto giorno

Sveglia alle 7. Visita alla diga alta di Aswuan, un’opera immensa! Pranziamo in un ristorantino tipico di Aswuan. In Egitto il mangiar non manca mai. Ormai dopo 4 gg di convivenza con la nostra guida conosciamo tutti i piatti tipici egiziani!

Credo di essere ingrassata almeno 2 kg. Dopo pranzo siamo diretti verso il tempio di Philae con feluca.

Feluca - Crociera sul Nilo
In Feluca

 

È il momento di salutare la nostra guida e amico Omar Haridi. Prima di partire temevamo che sarebbe stata una scocciatura condividere il viaggio con una guida. Invece è stato proprio il contrario! La sua assenza si sentiva, ormai era parte della famiglia.

Alla sera partenza per il cairo in aereo (volo 100 euro a persona) dove ritroviamo Karam che gentilmente ci viene a prendere in aereporto per portarci in albergo, arriviamo verso l’1 di notte.

 

Settimo giorno

Al mattina risveglio con una fantastica vista sulle piramidi proprio dalla finestra della nostra (enorme) camera.

Come d’accordo ci troviamo con amici di Milano (conosciuti su facebook qualche settimana prima) per visitare il Museo Egizio.

Arrivare all’ingresso è un’impresa titanica! Si trova nel bel mezzo di un quadruplo incrocio senza semaforo, la guida locale è indispensabile…non solo per visitare il museo, ma anche per attraversare la strada. Per descrivere il museo in una sola parola lo si può definire ‘fantasmagorico’.

Museo Egizio - Crociera sul Nilo

Cittadella - Il Cairo
Cittadella – Il Cairo

Oggi tardiamo un pochino il pranzo e visitiamo anche la cittadella, con una rilassante sosta dentro la moschea per parlare di islam con Karam. Pranziamo in un ristorante tipico e facciamo le ultime comprere al mercato di khan el khalili.
Ci riposiamo qualche ora prima di prendere il volo che ci riporterà in Italia. Purtroppo presa dall’entusiasmo avevo preso un  volo con partenza alle 3,30 di mattina.

È la prima volta che ci viaggiamo con una guida locale, temevo che la presenza costante di una persona esterna diventasse fastidiosa. Invece è stato proprio il contrario, pur essendo persone caratterialmente molto diverse sia Karam che Omar sono diventate parte del nostro viaggio, arricchendolo, sia dal punto di vista storico che emozionale, è stato un dispiacere separarci e li ricordiamo con affetto.

 

Se siete arrivati fin qui a bocca aperta dalle meraviglie che ha vissuto la nostra amica Laura e volete un aiuto per il vostro futuro viaggio tra piramidi e geroglifici, scrivetemi!

C è una sorpresa per voi!

Un viaggio di gruppo organizzato per famiglie! Volete unirvi a noi? Date un’occhiata qui https://www.piediniinviaggio.it/viaggio-di-gruppo-crociera-nilo/

 

 

 

Testi e fotografie a cura di Laura Sgarzi

 

18 risposte a “In Crociera sul Nilo: fai da te è possibile!”

  1. Sicuramente un viaggio molto interessante. pero la mia domanda nasce spontanea: se uno non volesse sfruttare gli animali, ci sono dei percorsi da fare a piedi? perché noto che parli spesso di cammelli e cavalli…Ma noi cerchiamo di evitare.

  2. Ottimi consigli. Chissá per quale motivo l’Egitto in Italia é ancora cosí demonizzato.

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      credo ci sia ancora tanta paura…

      1. ciao Monica, purtroppo in Italia viene fatto tanto terrorismo mediatico. I luoghi che abbiamo visitato erano molto controllati. C’erano migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo, ma pochi italiani. Noi ci abbiamo portato nostra figlia, ti dice tutto su come la pensiamo. Purtroppo ci sono stati attentati ovunque. Ci sono brave persone in Egitto come cattive persone in Italia. Se pensi alle sparatorie negli USA o anche nelle nostre città… ma ti sei chiesta perché nessuno si meraviglia se vai in Francia mentre in tanti si preoccupano se vai in Egitto?
        Io penso che gli italiani dovrebbero guardare meno televiosione e viaggiare di più.

  3. CIao, anche noi di solito evitiamo rigorosamente sfruttamento animali. Siamo molto attenti e li rispettiamo. Qui abbiamo fatto un’eccezione. Forse perche ci sono ovunque dei cammelli, ma mi rendo conto che non è una giustificazione, per arrivare a piedi in quel punto del deserto dietro le piramidi ci si mette un po (forse mezz’ora) ma secondo si puo fare. Per il calesse si può evitare prendendo un taxi, ma non so se arriva davanti al tempio.

  4. Chiara Falsaperla dice: Rispondi

    Visitare l’Egitto è uno dei miei sogni da quando ho letto un libro che parlava proprio delle piramidi d’Egitto. Bella la presenza di una guida/accompagnatore durante tutto il tour!

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      Chiara, l’Egittoin crociera è uno dei viaggi più belli che io abbia mai fatto, ti tocca rimediare al più presto 😉

  5. In totale quindi quant’è costato il viaggio considerando tutto? Secondo te queste guide possono fare itinerari anche diversi da quello classico Cairo +,crociera? Grazie!

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      in totale mi sembra che Laura sia rimasta sui 1600 euro. Per la guida perchè non provi a contattare Karam e chiedere? è molto disponibile!

    2. ciao Paola, ti anticipo che Karam Elnaggar organizza qualsiasi itinerario desideri. È molto elastico e trova la soluzione a tutte le richieste. Il viaggio è costato 320 volo da italia, 100 volo internoe 20 autobus. Il programma che leggi 600 adulto e 300 bimba. Dipende molto dalla stagione. Contatta karam e risponderà a tutti i dubbi.

  6. Ciao, ho contattato Karam per un viaggio simile. Dato che viaggerei con i genitori (giovanili ma comunque 60enni), volevo chiedere a Laura se secondo lei è fattibile o si hanno tempistiche troppo ristrette. La crociera da 7 notti mi sembra al contrario troppo “lenta” avendo quasi tutti i pomeriggi sulla nave 🙂
    Grazie!

    1. Ciao Francesca, scusa il ritardo ho letto solo ora il messaggio. Forse è un po lenta, ma considera che sulla nave c’è la piscina e durante le soste possono girare in autonomia o con la guida altri siti lungo il Nilo. Potresti chiedere a Karam che possibilità ci sono

  7. Beh che dire, un racconto entusiasmante che non ha fatto altro che accrescere il desiderio di esaudire il mio sogno, ovvero visitare l’Egitto. Vorrei fare una domanda, nel racconto si parla della visita al museo egizio del Cairo, ma è la nuova area museale? perché leggo notizie molto vaghe sulla sua prossima apertura.

    1. CIao Alessandro, no, non è la nuova area. Non so quando aprirà. Questo è comunque immenso e stupendo! Se posso darti un consiglio vai a vedere questo e torna quando apre la nuova ala.

  8. Ciao Laura e complimenti un viaggio bellissimo mi hai trasmesso una voglia matta di partire per vedere quei posti che sono sempre stati al primo posto nella mia lista viaggi ma che purtroppo per ovvi motivi di sicurezza abbbiamo sempre dovuto rimandare ma ora basta spero per dicembre di essere in quei luoghi. Volevo chiederti ma con la crociera non è già inclusa la guida? La mia intenzione e’quella di prendere la guida al Cairo poi arrivati a Luxor ci imbarchiamo per la crociera ma il programma prevede guida in italiano
    Spero in un tuo riscontro al più presto
    Saluti

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      Ciao Anita, la guida in questo programma è incluso. Così come è inclusa nel nostro viaggio di novembre, se vuoi unirti a noi, scrivimi!

  9. Ciao Laura
    Già ti ho contattato ma non sono sicura che ti sia giunto il messaggio……. quindi ci riprovo
    Volevo sapere ma la crociera non è già comprensiva di guida? Come mai ne hai contattata un’altra……
    Grazie per le tue informazioni

    1. Ciao Anita, ti chiedo scusa ma non mi arrivano le notifiche di messaggi e ti ho letto solo ora. A seconda di dove prendi il biglietto della crociera puoi scegliere che guida prendere. Per esempio abbiamo conosciuto una coppia che ha fatto il biglietto con un tour operator europeo e aveva una guida non tanto brava. Noi che ci siamo rivolti a Karam Elnaggar abbiamo avuto un egittologo che parlava perfettamente italiano ed era bravo a organizzare tempi e spostamenti, il che ti permette di vedere e capire molte piu cose.

Lascia un commento