La nostra prima vacanza in tre. Passeggiare in montagna, una piacevole scoperta!

Questo post è nato da un progetto chiamato La prima vacanza in 3 promosso da Silvia, a cui partecipano diversi blogger per condividere ricordi, luoghi, esperienze e consigli per sdrammatizzare un po’ l’ansia da prima volta.

Ogni giovedì uscirà un post che potrete seguire sulla mia pagina Facebook oppure con #laprimavacanzain3 sempre su Facebook.

Oggi tocca a me! vi voglio raccontare la nostra prima volta in viaggio con Giulia che all’epoca aveva 10 mesi e vi farò scoprire una vacanza un pò diversa da quelle a cui eravamo abituati, ovvero una vacanza in montagna, a passeggiare tra i sentieri in Trentino Alto Adige, al confine con l’Austria.

 

La nostra prima vacanza in tre

Son sincera, anche io ero un pò in ansia per quello che sarebbe stato il nostro primo viaggio in tre. Che poi, abbiamo fatto un esperimento credo super riuscito perchè, ne ho approfittato e per la prima volta ho preso ben 3 settimane di ferie di fila… risultato?

Partenza da casa in auto “strapiena” con pannolini, giochini, cambio per Giulia, passeggino e ben due tipi di valigia!! perchè?

Perchè abbiamo voluto strafare e quindi abbiamo fatto tappa dai nostri nonni in provincia di Napoli, poi dopo qualche gg abbiamo fatto un pò di giorni al mare in Puglia e per finire, nel rientro a casa… ascoltate bene… abbiamo allungato fino in Trentino Alto Adige dove abbiamo fatto una settimana di vacanze in montagna!

Premesso il fatto che non ho mai amato particolarmente la montagna, io sono più da mare, vi posso assicurare che sono tornata entusiasta del nostro giretto!
La nostra vacanza fai da te è stata pianificata con base fissa a Colle Isarco e ogni giorno ci spostavamo per qualche giretto.

Nella zona abbiamo trovato parecchi sentieri alla portata di tutti, compresi noi che, non essendo proprio amanti del trekking, non eravamo molto allenati a camminare.
Giulia si è goduta tutti i bellissimi panorami che abbiamo visto dal suo marsupio, che ahimè all’epoca non era quello ergonomico che usavo per portarla in giro, ma che ci ha comunque permesso di fare splendide passeggiate in luoghi davvero da sogno. Oltre ai vari sentieri che abbiamo percorso nei paraggi, in giornata, in auto, abbiamo raggiunto Innsbruck, Salisburgo e parecchi laghetti in zona, già in Austria poichè in soli 3 km eravamo al confine.

Relax dopo le passeggiate

Con Giulia ci siamo organizzati alla grande e non abbiamo trovato nessun problema pur essendo in pieno svezzamento. La mattina facevamo una ricca colazione in struttura e poi si partiva per le varie escursioni. Pranzo solitamente in baite o se l’escursione era solo in mattinata si tornava per il pranzo. Nel pomeriggio andavamo a spasso e la sera cena in struttura in modo che Giulia avesse almeno un primo piatto caldo e preparato per lei. In viaggio noi siamo sempre un pò spartani ma nel momento dello svezzamento non ho voluto cambiarle le abitudini e allo stesso tempo si è abituata a sapori e gusti diversi anche perchè non ho portato cose per lei da mangiare, se non un pacchetto di pastina tipo risoni che davo in struttura e loro la preparavano.

In ovovia

 

 

In baita

 

Io personalmente ho scoperto proprio con queste giornate in Trentino, un modo diverso di vivere la montagna e ho trovato anche una gestione più semplice dei bimbi piuttosto che la vacanza al mare, il clima, secondo me fa davvero la differenza. Per i bimbi è sicuramente importante fare qualche giorno di mare, ma in montagna respirano aria pulita e non c’è tutto lo “sbattone” del bagnetto post mare che io ho trovato davvero disastroso!!! Sarà che Giulia non ha mai amato fare il bagnetto ma davvero mi faceva sudare sette camicie!! (ora la situazione comunque non è migliorata molto eh!)
Per quanto riguarda il cibo, ne ho parlato anche in un’altro post, con Giulia abbiamo provato l’autosvezzamento!
In Austria, nelle baite di montagna si è mangiata i canederli e ha assaggiato di tutto. Ovviamente a tutto questo c’era anche l’aggiunta di tanta “santa tetta” che ci ha sempre salvato e mi ha permesso di andare in giro tranquilla anche perchè se avesse avuto fame in qualsiasi posto dove ci fossimo trovati, non mi avrebbe colta impreparata!!

 

Innsbruck – il tetto d’oro
Innsbruck

La nostra prima vacanza in tre è stata quindi una bellissima scoperta, siamo partiti un pò preoccupati (ma non troppo in realtà) ma Giulia ci ha fatto subito capire che avremo potuto andare ovunque con lei!
L’importante è stato partire equipaggiati e per fortuna abbiamo viaggiato in auto e quindi avevamo di tutto, pronti a qualsiasi occorrenza!!
pannolini, salviette e medicine varie! ma soprattutto i suoi creckers preferiti (che ci hanno salvato nei posti più sperduti, lontani dai rifugi) e poi in realtà noi ci siamo praticamente buttati, ed è così iniziata la nostra avventura in viaggio con i nostri bimbi, continuata poi con l’arrivo del secondo piccolo viaggiatore.

In giro con la mia piccola viaggiatrice

 

La prossima settimana leggerete il racconto di Alice delle Meraviglie , mentre la scorsa settimana ha scritto Flavia Rossi del blog Centrifugato di mamma.

E voi, dove avete passato o dove passerete le vostre prime vacanze da neo genitori?

Scrivetecelo nei commenti!

 

Avete dubbi o consigli in merito? parliamone sul gruppo delle famiglie che amano viaggiare!

 

14 risposte a “La nostra prima vacanza in tre. Passeggiare in montagna, una piacevole scoperta!”

  1. Ahh, quanti ricordi! Il Trentino è piuttosto vicino a casa nostra e quindi è spesso meta di gite fuori porta di un giorno o di un week-end.
    Anche io ho trovato che sia meno impegnativo quando si ha bimbi piccoli stare in montagna, anche se per me vacanza vuol dire mare.

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      verissimo! da piccoli io trovo che il mare sia davvero una super sfacchinata…

  2. Amo particolarmente il Trentino che è una seconda casa per me e leggere che vi è piaciuta questa vacanza diversa dal solito, mi ha fatto molto piacere.

  3. Bravissima Giulia e anche voi. Io ho capito che i bambini sono molto bravi ad adattarsi e che, spesso, siamo noi genitori a farci troppi scrupoli e problemi.
    In Trentino sono stata solo a sciare in inverno, ma credo che anche in estate deve essere bellissimo.

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      verissimo! dovremmo, noi genitori, farci trasportare un pò meno dall’ansia 🙂

  4. La prima vacanza in tre? Indimenticabile… a Minorca,Luca aveva 10 mesi ed ha abbandonato le pappe quando ha visto il buffet del nostro hotel!!! Giâ dovevo capire che sarebbe stato un mangione incallito

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      che bello! queste sono soddisfazioni!!

  5. Malo sai che anche la nostra prima vacanza in tre fu in Trentino ed Irene aveva solo3 mesi… fu il natale più bello (e caldo perché nonnnevico) di sempre

  6. La prima vacanza in tre è stata piuttosto complicata: scatole su scatole di pappe (perché poteva mangiare solo quella di una certa marca), pannolini, giochi… che fatica! Quella in 4 è stata molto più semplice: meno ansie, abitudine a gestire anche i piccoli imprevisti… tutta un’atra vacanza!

  7. Abbiamo iniziato con qualche week end al mare ma poi la prima vers vacanza in tre l’abbiamo fatta alle Seychelles… Che sogno 😍

  8. Giulia da piccolina era meravigliosa! lo é anche adesso eh…

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      Grazie ❤️ hai visto che patatona?

  9. La nostra prima vacanza in tre è stata proprio in montagna ma era inverno e con la neve è tutto un po’ più difficile!
    Complimenti a te e a Giulia che già come primo viaggio ha attraversato lo stivale!

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      Su, effettivamente abbiamo fatto un bel giro!

Lascia un commento