Un felice weekend ad Amburgo

Un felice weekend ad Amburgo

Vi ricordate del mio incontro con la mia amica blogger di Amburgo, Giordana?

Questo weekend felice lo posso descrivere attraverso la foto di copertina di questo post. Una foto scattata assieme, sul tavolo di casa, cercando di mettere tutte le emozioni vicine. Visite culturali, divertimento, cibo, colori e profumi, perchè questo è stato, un continuo scambio, informazioni sul blog, sul nostro essere mamme, su come affrontiamo alcuni problemi e su come viaggiamo. Un weekend che mi ha resa più ricca perchè ho saputo cogliere attraverso alcuni diversi punti di vista dei lati del mio carattere da migliorare, non si finisce mai di crescere nella vita, è proprio vero.

Qualche mese fa per puro caso, dopo quasi due anni di conoscenza virtuale, ci siamo conosciute qui a Torino e lei è stata mia ospite. Tra le tante chiacchiere che già allora facemmo,  ci siamo ripromesse di rivederci e,  se avessi potuto, di andare da lei al più presto. L’occasione ghiotta è arrivata qualche mese più avanti poichè grazie al Black friday ho trovato i voli low cost per Amburgo e non me li sono fatta scappare. Per di più cadevano nel weekend ed era tutto perfetto, non potevo che partire! 52 euro per tutta la famiglia, andata e ritorno, ho fatto o no un buon acquisto??

I bimbi hanno giocato assieme, i piccoli hanno legato parecchio ed è stato belli vederli giocare fin dalle prime ore del mattino in casa per poi crollare la sera stremati. Ci siamo sentiti a casa, Giordana ci ha coccolati, davvero. La sera, dopo aver messo i bimbi a letto ci ritrovavamo in salotto, sul divano, in pigiama a chiacchierare, a fantasticare su viaggi futuri, itinerari, e a confidarci tanto. Non so come ringraziarla e davvero, non avrei mai pensato che potesse nascere un’amicizia così bella da quando ormai più di due anni fa,ci commentammo a vicenda alcuni post su facebook. Ma l’amicizia è bella per questo, imprevedibile come l’amore! spesso molto più sincera, soprattutto se nasce tra due persone che amano le stesse cose.

Non avevo mai pensato ad Amburgo come mia meta, e in effetti, non è così tanto battuta come città per passarci un weekend. Essendo ospiti di Giordana abbiamo avuto modo di passare tre giorni senza stress di pensare agli itinerari, cose da vedere e dove mangiare.

Il nostro è stato un weekend nato in primis per stare insieme!

Soprattutto anche perchè visto il periodo freddo eravamo già preparati al fatto che non saremo riusciti a vedere tantissimo, però diciamo che grazie ai nostri amici abbiamo visto tanto e soprattutto Amburgo ci è piaciuta parecchio! Visitare la città con chi ci vive è stato davvero importante perchè questo ci ha permesso di osservare la città sotto un altro punto di vista, meno turistico.

 

Cosa abbiamo visitato ad Amburgo

 

  • Elbphilharmonie

Inaugurata nel gennaio del 2017 è uno dei simboli più importanti della città. Girando Amburgo in compagnia di un architetto non potevamo non andare a dare un’occhiata a questo edificio così particolare.  Elbphilharmonie (letteralmente “Filarmonica dell’Elba”) è una delle sale di concerto più grandi ed acusticamente avanzate a livello mondiale. L’ingresso è gratuito, merita una visita anche solo per vedere la città dall’alto e il panorama sull’Elba.

 

  • Museo delle illusioni

Il Museo delle Illusioni è stata un’idea simpatica per trascorerre una mattinata in cui pioveva parecchio. Ci siamo presi la metro e, scesi alla stazione centrale in 5 minuti a piedi siamo arrivati a destinazione. Il museo non è enorme, ma molto grazioso e divertente! I bimbi si sono divertiti parecchio e per fortuna, all’uscita aveva smesso di piovere!

La cosa che più mi ha colpito però è stata la compostezza con cui, formatasi la coda all’entrata, la gente sotto la pioggia, compresi bambini e genitori, aspettavano senza batter ciglio e senza lamentarsi della situazione. Ecco, in quel momento ho davvero compreso lo spirito dell’Europa del Nord, mi sembrava una situazione così surreale!!

giochi di prospettiva
Giochiamo a carte?
Caleidoscopio personalizzato

 

  • Miniatur Wunderland

In una delle zone più caratteristiche della città ovvero la Speicherstadt, la zona degli antichi magazzini portuali di Amburgo, troverete questo museo che farà sognare grandi e piccini. Una delle attrazioni più note della città, il mondo in miniatura!  vi ritroverete a sognare passeggiando per il museo e attraversando numerosi scenari, dai fiordi norvegesi, alla romantica Venezia, alle insegne al neon di Las Vegas oppure ai colori rossastri del Grand Canion. Miniatur Wunderland è una delle attrazioni più visitate della Germania ed è in continua evoluzione!
Immaginate di passeggiare e scoprire tra i numerosi plastici rappresentati, scene di vita quotidiana, monumenti fedelmente riprodotti, centinaia di treni e decolli e atterraggi di aerei nell’aeroporto completamente automatico. Ogni bimbo ne era entusiasta!
A me è piaciuto parecchio il plastico di Pompei, ad un certo punto abbiamo sentito un rumore sordo e con le luci soffuse abbiamo iniziato a vedere, grazie ad un abile gioco di luci, il Vesuvio che con la sua lava aveva colorato di rosso tutta la scena. Spettacolare e molto d’effetto!
Miniatur Wunderland si può raggiungere con benissimo con i mezzi pubblici, ricordatevi di acquistare per tempo i biglietti, eviterete così anche la coda. Qui trovate altre informazioni utili alla vostra visita: https://www.miniatur-wunderland.com
All’interno del museo trovate anche un angolo bar per ristorare i piccoli viaggiatori!

 

Stadio - Miniatur Wunderland
Stadio
Miniatur Wunderland
Piazza San Pietro – Roma
Fontana di Trevi - Miniatur Wunderland
Fontana di Trevi – Roma
Venezia - Miniatur Wunderland
Ponte di Rialto – Venezia

Abbiamo poi passato una serata in una piscina comunale davvero insolita per noi. Ve ne parlerò in un post dedicato!

 

Oltre a questo, la città è davvero molto bella, fate una passeggiata in centro, la piazza del Rathouse con i caratteristici alberi, la chiesa di San Pietro e poi la zona dei magazzini. Purtroppo non abbiamo avuto tantissimo tempo a disposizione, il weekend è praticamente volato.. dobbiamo ritornare!!

Vi lascio qualche foto della città durante le nostre passeggiate:

per le vie di Amburgo
Chiesa di San Pietro
Municipio di Amburgo
Rathouse
Stazione Centrale

Amburgo

Ritratto di famiglia davanti al Rathouse
Ritratto di famiglia davanti al Rathouse

Cosa mangiare di tipico ad Amburgo ?

La città non ha piatti tipici da annoveravare, ma alcune cose caratteristiche ve le voglio segnalare perchè non dovete perdervele!

  • Franzbrotchen: un dolce tipico di Amburgo! ovviamente da vera golosa non potevo che assaggiarlo (ma io lo faccio per voi eh..)  Franzbrötchen è una sorta di pasta sfoglia cotta al forno con burro e cannella. Lo potete trovare anche con il cioccolato oppure con l’uvetta. Perfetto per colazione o per chi come me, viaggiando ha bisogno ogni tanto di un pò di calorie e lo ammetto, perchè quando passo nei chioschetti con i dolci, mi lascio sempre tentare!! Ovviamente vi deve piacere il gusto della cannella, assomigliano un pò ai miei adorati Kanelbullar danesi ma meno speziati.
Franzbrotchen
Franzbrotchen per tutti i gusti

 

  • Bretzel: ormai li troviamo anche in Italia. Sono ideali da accompagnare con la birra durante gli aperitivi, ma io ne ho scovato uno all’angolo della metro… udite udite.. dolce e ripieno di Nutella! che ve lo dico a fare… ne ho rubato un pezzetto ai miei bimbi!

 

  • Kartoffel! Ovvero patate. Patate in tutti i modi in cui vi vengono in mente. Vi segnalo un posticino molto carino e tipico dove poter cenare. Si tratta di un grazioso ristorante molto caratteristico dove si possono degustare piatti a base di patate, davvero squisito e con abbondanti porzioni! è molto simpatico perchè anche il menu è a forma di patata ed è arredato in stile antico visto che è un locale storico. Il locale dove siamo stati noi si chiama Kartoffelkeller. (Ricordatevi sempre che nell’Europa del Nord si cena ad orari un pò diversi dai nostri. Noi avevamo prenotato il tavolo per le 18!)
Menu a forma di patata - Kartoffel keller Hamburg
Menu a forma di patata
piatti a base di carne e patate
Piatti a base di pesce e patate
  • Alsterwasser: per chi come me, non ama la birra, c’è sempre un’alternativa. In Italia bevo il panachè (birra + gazzosa) mentre qui ho trovato questa birra locale che prende il nome dal lago Alster e da qui prende il nome Alsterwasser, letteralmente acqua di Alster. Si tratta di una tipica birra di Amburgo a cui viene aggiunta limonata gassata, in genere ad esempio la Sprite.

Un posto carino da girare se siete in cerca di un posto dove mangiare è sicuramente il centro commerciale “Europa Passage“. Non storcete il naso, lo so che amiamo tutti girare la città e non rinchiuderci al coperto… ma se state girando già da un pò, fa freddo e avete fame.. sappiate che in questo centro commerciale trovate, oltre ad un sacco di negozi che in Italia non abbiamo (io mi sono innamorata di un negozio dove ho preso tanti giochini e materiale per il fai da te) un “food court” ovvero piano dedicato alla ristorazione dove trovate davvero di tutto! La cosa simpatica è che in centro ci sono dei tavolini e ognuno può comprare dal ristorante che più preferisce e poi mangiare tutti assieme ciò che si è comprato.

Pranzo tipico tedesco - wurstel e patatine
Pranzo tipico tedesco – wurstel e patatine

 

Come muoversi in città

Per muoversi comodamente in città potete utilizzare i mezzi pubblici come abbiamo fatto noi.

Amburgo è molto grande ma il suo aeroporto è ben collegato con la rete ferroviaria, linee metro e autobus coprono l’intera città e proprio per questo motivo muoversi ad Amburgo è molto semplice e veloce!

Ad ogni metropolitana o stazione si possono trovare le macchinette automatiche per fare i biglietti, il biglietto è cartaceo, ma NON ci sono tornelli da superare o altro per segnalare il vostro passaggio. Per noi italiani il concetto risulta strano, ma qui tutto si basa sulla fiducia, ci sono pochi controllori ma chi viene trovato senza biglietto riceverà multe molto salate.

Il costo dei mezzi non è molto economico però il rapporto qualità prezzo è davvero ammirevole. Treni puliti, puntuali e frequenti e una rete di trasporto davvero capillare. Noi abbiamo optato per la Hamburg Card della durata di 4 giorni. L’ho acquistata online prima della partenza e ho solo stampato il biglietto in modo da tenerla sempre con me durante il viaggio.

Come tante altre Carte Turistiche, anche la Hamburg Card include mezzi di trasporto e ingresso scontato a molte attrazioni turistiche. I bimbi fino ai 6 anni d’età viaggiano gratis, ricordatelo. Per vedere nel dettaglio cosa offre la Hamburg Card cliccate qui.

 

Il nostro è solo un arrivederci cara Amburgo!

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento