Consigli in Pillole… Berlino!

Chi siamo :

La nostra famiglia è composta da 4 persone: GIORGIA, ALESSANDRO e i nostri bimbi CHRISTIAN (14 MESI) E ANNALISA (5 anni e mezzo)

Destinazione e periodo :

BERLINO dal 28 Aprile al 1°Maggio 2018 3 giorni effettivi

Organizzazione:

Viaggio organizzato da me, volo e albergo prenotato su edreams ad AGOSTO, attrazioni prenotate a Marzo.Abbiamo soggiornato all’Econtel hotel tre stelle a Charlottenburg, un bel quartiere, ben servito con il bus che collega all’aeroporto Tegel che ferma davanti l’albergo e la metro U7 a 200 metri. La metro più utile è la U2 ma con la U7 si cambia dopo tre fermate e si prende quella. L’albergo era essenziale, mi ha colto in contropiede il fatto che non ci fosse il frigo bar che mi sarebbe servito per mantenere il latte fresco a mio figlio che, mangione com’è, mangia ancora la notte… In qualsiasi viaggio fatto, prediligiamo gli spostamenti in metropolitana, veloci e comodi con il passeggino. Preferisco il passeggino a fasce e marsupi: primo perché Christian ormai è pesante e poi ai miei bimbi non è mai molto piaciuto. La fortuna del passeggino è che ti porti cosa vuoi tanto “lo porta lui” e poi se Annalisa si fosse stancata troppo per il “trottare” avremmo preso in braccio il piccolo e lei fatta riposare, per pochi metri, sul passeggino. Abbiamo comunque utilizzato tutti i mezzi di trasporto pubblici, la metro sotterranea U-bahn, la metro esterna S-bahn e i bus.
Ho prenotato tutto da casa: il biglietto per i mezzi si paga dai 6 anni. Quindi abbiamo preso l’abbonamento 4 giorni per 2 persone (circa 35€a testa). Abbiamo sempre preso gli abbonamenti in tutte le città che abbiamo visitato e girato molto oltre che a piedi, con i mezzi perché avendo poco tempo, dobbiamo concentrare la velocità negli spostamenti.

 

Budget:

Abbiamo speso per 4 giorni, 3 notti in 4 (3 e mezzo ancora) tutto compreso di pranzi, cene, colazioni, ingressi allo stadio, allo zoo, a Charlottenburg Schloss, l’abbonamento ai mezzi pubblici:  900€. Berlino non è cara considerando che quando possiamo andare noi i prezzi sono sempre alti…(capodanno, pasqua, ponti,agosto)

Cose da non perdere:

Porta di Brandeburgo, Reichstag (Parlamento), Alexander platz, Isola dei musei, Potsdamerplatz, Zoo di Berlino, Charlottenburg schloss, Olympia stadium, Kaiser-Wilhelm-Gedachtnskirche (chiamata Cipria e Rossetto) dove purtroppo c’è stato l’attentato di recente, Sony center: Legoland.

Zoo

 

Consigli Pratici:

Ero un po’ preoccupata per la mancanza della colazione in albergo, anzi c’era la colazione ma 11€ a testa non era il caso di spenderli. Ci sono molti bar/pasticcerie dove si possono deliziare tipici dolci: 2 cappuccini, 1 espresso 4 croissant e 1 dolce tipico: 9,70€.

Per questo viaggetto, ho dovuto pensare più ai bambini che si sarebbero rotti le scatole di camminare e basta e lo zoo è stato perfetto. Non sono tanto simpatizzante degli zoo in generale ma questo merita veramente. E’ bellissimo, verdissimo, curatissimo, pieno di animali e alla fine un parco giochi da urlo! Annalisa voleva tornare anche il giorno dopo… Ho prenotato l’ingresso allo zoo da Torino (39€ tutti e 4). Berlino è la città più verde d’Europa, dovunque ti giri trovi parchi, parchi gioco e le persone distese a prendere il sole…sì, perché faceva caldissimo…25 gradi! Anomalo… sconsiglio di andare con i bambini fino a fine marzo… Io ero andata i primi di marzo con la scuola e si gelava. Attenzione al vento: a noi è andata bene mail 1 maggio era iniziato un vento che portava via. I bimbi comunque avevano il cappellino di cotone. Purtroppo il cibo è quello che è… ma cmq consiglio il Sony Center dove ci sono parecchi locali e ristoranti anche a buon prezzo.

Itinerari di Viaggio:

28 aprile: arrivo all’aeroporto di Tegel alle 10.30, sistemazione in albergo e partenza per lo l’Olympiastadion, (per mio marito non può mancare un giro degli stadi in giro per il mondo). Arrivati lì, piccolo imprevisto: avevo comprato i biglietti per il tour per sabato 28 appunto ma c’era una partita… Ho contattato l’Agenzia on line dove avevo prenotato i biglietti e ci ha spostato il tour al lunedì. Da lì allora ci siamo diretti alla porta di Brandeburgo, passando da Potsdamer platz, abbiamo visto i pezzi del muro di Berlino e gli edifici di nuova costruzione durante il percorso. Berlino è stata quasi completamente distrutta e ricostruita in stile moderno, la bellezza della città sta in questo: il continuo confronto da vecchio e nuovo. Per cena siamo tornati in albergo perché eravamo un po’ stanchi e ci siamo addormentati presto.

29 aprile: alle 6 Christian era sveglio… 7.30 colazione nel nostro bar di fiducia e alle 8.30 eravamo già in Alexander platz… vuota!lì ci siamo diretti allo zoo, tantissimi animali stupendi e una distesa di verde, fiori, alberi, in mezzo alla città bellissimo! e la giornata è finita in albergo alle 18, doccia e cena in Alexander platz che avevamo visto troppo vuota al mattino.

30 aprile (ultimo giorno) Ci dirigiamo di nuovo allo stadio e, finalmente, entriamo. Molto bello, storico, in muratura e bellissimo centro olimpico con piscine olimpioniche (dove gente faceva il bagno all’aperto) e piattaforme per tuffi… Da lì ci dirigiamo verso il check point charlie, unico passaggio con soldati, dalla Germani est alla ovest.Poi il Sony Center, centro di palazzi moderni dove c’è Legoland. Dalle recensioni tutti ne parlano negativamente perché è un posto al coperto e secondo le recensioni appunto, una specie di ludoteca… Non ero riuscita a prenotare da casa per vari inconvenienti, pensavo di poter entrare senza troppi problemi invece… c’era una coda lunghissima e abbiamo rinunciato. Abbiamo ripiegato per un bel giro lì attorno, visitando Kaiser-Wilhelm-Gedachtnskirche (chiamata Cipria e Rossetto) campanile antico parzialmente distrutto e ricostruzione di una chiesa moderna a pianta esagonale e un altro campanile moderno dello stesso stile della chiesa. Nel tardo pomeriggio ci dirigiamo verso l’albergo per la visita al castello di Charlottenburg, fatto con l’audioguida anche per Annalisa che non ha pagato l’ingresso e voleva a tutti i costi visitare il castello! Bellissimo dentro pieno di sfarzo ed esternamente uno stupendo giardino pubblico, da vedere!! Il 1 maggio rientro a casetta.

…  Christian è stato molto bravo, è stato il suo primo spostamento in aereo… ha sempre dormito o giocato con Annalisa…

allo stadio!

 

Cosa ci è piaciuto maggiormente:

Rivedere i posti visti da ragazzina con i bimbi è entusiasmante, soprattutto vedere negli occhi di mia figlia la felicità di vedere quella città di cui mi ero innamorata ai tempi della scuola. Correre dietro a Christian in Alexander Platz e gli occhi che brillavano ad Annalisa davanti ad animali come i panda, gli elefanti, gli orsi, i lupi non ha prezzo … Viaggiare vale sempre la pena… i racconti che si possono fare sono un bagaglio culturale che niente può eguagliare.

 

Non dimenticate di mettere in valigia:

cappellino per il vento e vestirsi a cipolla.

 

Difficoltà:

la difficoltà fondamentale è stata la lingua… ma a gesti si fa tutto!

Curiosità:

Fate attenzione alle bici, viaggiano in corsia preferenziale… ti investono se non ti sposti! Particolari sono i semafori dei pedoni

 

 

Testo e foto a cura di Giorgia Lograsso

8 Risposte a “Consigli in Pillole… Berlino!”

  1. Anche noi siamo stati a Berlino con Luca di quasi due anni e siamo stati benissimo 😊

  2. Berlino è una delle prossime mete che ho in mente per un weekend in Europa. Grazie per questi utili consigli!

    1. Dani allora mettici anche Amburgo vicino e passa da me!

  3. Berlino la ricordo sempre ridendoci sopra. Un week end che più low cost non si poteva in un freddo autunnale nonostante fosse ferragosto. Ricordo di gioventù!

  4. 900 euro mi sembrano veramente tanti per tre giorni a Berlino! Forse sono inclusi i voli?

  5. Amo Berlino e non vedo l’ora di tornare con il mio piccolo esploratore. È una città che offre tantissimo per le famiglie, l’unica cosa che mi sta frenando sono le sue dimensioni e i tempi lunghi per spostarsi con i mezzi. Ma arriveremo! Consigli utili che terrò in considerazione per il mio viaggio.

  6. Mai stata a Berlino, lo ammetto la Germania non mi alletta per niente. Magari un giorno mi ricrederò

    1. Piedini in Viaggio dice: Rispondi

      sai che io sono nella tua stessa situazione.. non ci sono stata e non ho tutta questa voglia di andarci… mio marito però sogna di vedere Berlino.. vedremo 😉

Lascia un commento